Saluto del Rettore per le prossime festività pasquali

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Carissimi,

la Santa Pasqua è ormai alle porte e per noi Trinitari questo è un momento particolare e denso di emozioni ed impegni. Emozioni proprio perché proprio noi siamo chiamati a vivere con coscienza questa occasione che il Signore ci offre per rinnovare le nostre vite e riprendere con vigore, serena fiducia e giusta fede il cammino di ogni giorno. Questo 2018 è iniziato con un grande dono che il Santo Padre ci ha fatto; la nomina e la venuta del nostro nuovo Vescovo, Padre Michele  al quale dobbiamo essere vicini con la preghiera e con il servizio a favore della Chiesa Diocesana. A lui porgo a nome di tutto il nostro Sodalizio i migliori auguri per un sereno cammino pastorale per la crescita nella fede della nostra Diocesi.

Nell’ultimo anno il nostro Arcisodalizio è stato coinvolto in numerosissime attività extra-statutarie al fianco del nostro precedente Vescovo Padre Angelo, a cui rivolgo i miei più vivi ringraziamenti per l’opera svolta, e del nostro Cappellano Don Gilberto. Viste le occasioni che ci vengono offerte, vi esorto a perseverare nella presenza perché è proprio in questi momenti di preghiera che dobbiamo rendere più solido il nostro essere “Trinitari” il nostro essere “Sodalizio” quale vera società di vita apostolica che, in una società minata da una profonda secolarizzazione, non ha timore di professare e manifestare il proprio essere cristiani.

Non meno importante è stato inoltre l’arrivo nella nostra chiesa della nuova comunità di religiose, della Congregazione Imitazione di Gesù, che ha sostituto le precedenti Suore della Dottrina Cristiana nella cura del nostro luogo di culto. A loro va tutto il nostro ringraziamento e la nostra vicinanza. Grazie a loro ogni giorno Gesù Sacramento può essere esposto alla preghiera di questa città che vive numerosi problemi legati essenzialmente alla grave disoccupazione che la affligge. Gesù possa diventare la forza e la speranza per tutti coloro che vivono proprio questo dramma alleviando le loro sofferenze nell’anima e nel corpo.

Mi preme poi rivolgere il mio personale ringraziamento a tutti coloro che costantemente mettono il proprio tempo a disposizione della nostra Arciconfraternita, perché il loro contributo è essenziale e prezioso per ogni singola attività svolta e non ultima la nostra amata Processione del Venerdì Santo che ogni anno aspettiamo con ansia e trepidazione.

Questo mio secondo mandato da Rettore volge ormai al termine e presto verrò sostituito da un nuovo Confratello alla guida di questo Sodalizio. Ringrazio profondamente i miei Collaboratori che hanno prestato la loro opera con serietà, serenità e costanza, il Cappellano Don Gilberto, sempre presente con la sua preziosa opera di guida spirituale, tutti i Confratelli e le Consorelle che in questi anni mi hanno supportato con la Preghiera e la loro opera fattiva, i Sacristani d’Onore, motore di questo Sodalizio, i Sacristani d’Onore Benemeriti, memoria ed esempio per ognuno di noi. Mi è doveroso, in fine, rivolgere un pensiero a tutti i Trinitari che ci hanno preceduto alla Casa del Padre e che sicuramente ogni giorno pregano per noi dal Paradiso; il Signore li accolga nella sua luce mostrandogli il suo volto.

In fine desidero porgere a tutti voi ed alle vostre famiglie i miei più sinceri auguri di una Buona e Santa Pasqua perché la gioia della resurrezione di Cristo possa dimorare in noi e nelle nostre case.

 

                                                                                        IL RETTORE

                                                                                     Antonio DI NINO